Continua la caduta del Bitcoin

Il Bitcoin si trova ai minimi dallo scorso luglio, quando si era attestato intorno ai 29.700 dollari. Lo scorso 8 novembre, invece, ha registrato il suo record storico di 67.582 dollari


10 Maggio 2022

Continua la caduta libera del Bitcoin, che ieri è scivolato sotto i 30mila dollari. Il Bitcoin si trova ai minimi dallo scorso luglio, quando si era attestato intorno ai 29.700 dollari. Lo scorso 8 novembre, invece, ha registrato il suo record storico di 67.582 dollari.

Ora, la principale criptovaluta sta tentando il rimbalzo ed è in crescita del 6%, in area 31.779 dollari. Ma anche le altre criptovalute stanno seguendo la strada del Bitcoin. Ethereum, dopo essere sceso a 2.228 dollari, ora si sta rialzando del 7%.

Il crollo registrato negli ultimi mesi è il risultato dei timori che stanno assalendo i mercati. Il continuo aumento dell’inflazione, infatti, sta portando le banche ad alzare i tassi di interesse. Secondo il Financial Times «Il mercato delle criptovalute è fiorito quando le banche centrali hanno spinto i tassi di interesse ai minimi storici in virtù della crisi dettata dal coronavirus, spingendo i trader a caccia di asset capaci di fornire alti rendimenti».

Warren Buffett, da sempre contrario al Bitcoin, ha dichiarato che «Se per l’1% su tutti i terreni agricoli negli Stati Uniti mi chiedessero di pagare 25 miliardi di dollari, scriverei un assegno questo pomeriggio. E lo stesso farei se per la stessa cifra mi offrissero l′1% di tutti i condomini del paese. Ma se mi dicessero di possedere tutti i bitcoin del mondo e me li offrissero per 25 dollari non li prenderei, perché non saprei cosa farne. Gli appartamenti produrranno l’affitto e le fattorie produrranno il cibo, ma i bitcoin non producono nulla».

In piena controtendenza, il presidente di El Salvador Nayib Bukele ha fatto sapere di aver acquistato 500 bitcoin al prezzo di 30.774 dollari. A El Salvador, il Bitcoin è una moneta legale.